Assemblea dei lavoratori autostradali sotto la sede del gruppo Gavio

19 Giu 2020

FILT Cgil, FIT Cisl, Uil Trasporti, SLA CISAL e UGL – Piemonte logistica e trasporti hanno riunito i lavoratori in strada per protestare contro il perdurare della cassa integrazione e l’uso improprio di straordinario e reperibilità. Le autostrade interessate sono Torino-Milano, Torino-Piacenza, Asti-Cuneo e Torino-Savona, società concessionarie che fanno capo ad ASTM, finanziaria del Gruppo Gavio.

I sindacati contestano il perdurare dell’utilizzo della CIGO in presenza di traffico considerevole che ha creato, un po’ ovunque, code anche per la ripresa dei cantieri che sono alquanto numerosi dopo l’inattività per Covid. Inoltre il gruppo Gavio continua ad erogare lo straordinario, in parallelo alla cassa integrazione, e ad utilizzare la reperibilità, mentre i altri lavoratori sono a casa. L’azienda frattanto sta costringendo i lavoratori delle sedi a prenotare le ferie del 2020, spesso già ampiamente utilizzate per sostituire il collocamento in cassa integrazione e ha previsto chiusure unilaterali, senza confronto sindacale, per ben 4 settimane, ipotecando l’uso delle ferie stesse.

I lavoratori sono in stato di agitazione, definito a livello nazionale e ribadito a livello piemontese dai sindacati dei trasporti che programmeranno eventuali azioni per supportare la vertenza che segnala un comportamento spregiudicato del Gruppo Gavio il quale, peraltro, ha dichiarato alla stampa buone prospettive di risultato economico per l’esercizio in corso: come dire, “sulla pelle dei lavoratori e a danno del servizio all’utenza”.