CPI: Incontro FP CGIL, CISL FP, UIL FPL e CSA con Regione Piemonte, l’Agenzia Piemonte Lavoro

22 Mag 2018

COMUNICATO

Ieri pomeriggio si è svolto l’incontro sui CPI tra la Regione Piemonte, l’Agenzia Piemonte Lavoro e FP CGIL, CISL FP, UIL FPL e CSA (Segreterie regionali e RSU CPI).

All’incontro erano presenti: il Vice Presidente Reschigna, l’Assessore Pentenero, il Dott. Elia (Regione Piemonte) e i Dott.ri Spadon e Deyme (APL).

Come già anticipato, ieri si è sottoscritto l’accordo politico che definisce che i Servizi per l’Impiego debbano rimanere pubblici ma che la gestione viene data in capo all’Agenzia Piemonte Lavoro. 

L’accordo prevede che, al fine di garantire il miglior esercizio del servizio pubblico, il personale a tempo indeterminato transita in APL, salvo opzione individuale per l’inquadramento presso la Regione Piemonte con contestuale distacco funzionale ad APL.

L’opzione è da esercitarsi al momento del passaggio dai ruoli provinciali o della Città Metropolitana o successivamente, con modalità che verranno stabilite da specifici accordi.

Il distacco funzionale garantisce l’unicità di servizio della funzione e di coordinamento dei Centri senza conseguenze sull’inquadramento giuridico.

La Regione si impegna a esplicitare, attraverso la formulazione di un provvedimento normativo di salvaguardia per il personale inquadrato presso APL, che, in caso di soppressione dell’Agenzia, il personale dell’Ente sarà trasferito alla Regione.

Per il personale inquadrato presso la Regione ed in distacco funzionale ad APL, ai fini della garanzia di continuità e qualità del servizio dei Centri per l’Impiego, non sarà consentita la mobilità interna nell’Ente Regione per quattro anni dal passaggio nel ruolo regionale, salvo interscambio concordato.

Ci saranno su questo punto verifiche biennali.

Viene garantita la perequazione del salario accessorio teorico pro capite medio del personale assegnato ad APL, comprensivo di quello già in ruolo, con quello regionale.

Al personale inquadrato presso la Regione, ancorché in distacco funzionale ad APL, si applica, relativamente al salario accessorio, la disciplina del Contratto Integrativo Decentrato regionale

Per quanto riguarda, invece, i precari, che verranno stabilizzati sulla base dell’accordo del 15 maggio, le OO.SS. hanno chiesto che venisse garantita anche a loro il diritto di opzione. La Regione, stante la scelta di potenziare APL, ha risposto negativamente.

Ciononostante, il giudizio che noi diamo anche su questo punto, avendo come obiettivo la stabilizzazione, è positivo.

FP CGIL   FP CISL    FPL UIL

Torino 21 maggio 2018