Lella Costa, madrina del Premio Letterario Nazionale “8” ORE: venerdì 11 maggio h. 18.00 presso il Cortile Alciati del Museo Leone

7 Mag 2018

Presentazione ufficiale del “PREMIO LETTERARIO 8 ORE” incentrato sull’analisi, la memoria, il racconto e la celebrazione del lavoro della donna in tutte le sue sfaccettature e valenze storico-economiche e territoriali, istituito dal Sistema Culturale Blanderate e dalla CGIL Vercelli Valsesia.

La spinta all’istituzione del Premio nasce dal fatto che, nelle Province di Vercelli e Novara, il lavoro delle donne ha informato per oltre cinque secoli l’attività agraria e produttiva del territorio, tanto da rendersi protagonista – con le lotte delle mondariso del 1906 – della più grande e significativa conquista sociale: le otto ore di lavoro (che la C.G.I.L. Vercelli Valsesia, insieme alla Città di Vercelli, ha celebrato in occasione del 100° e del 110° anniversario). L’intendimento, dunque, è di sottolineare la fondamentale importanza del ruolo femminile nel mondo sperequato del lavoro, della società e delle sue trasformazioni, attraverso un’operazione di richiamo letterario e la creazione di interscambi culturali tra territori e realtà assimilabili.

Suddiviso in tre sezioni (Narrativa, Memorialistica e Grafico-Vignettistica) il “Premio Letterario 8 Ore” si pone il fine di raccogliere il fascino di storie e memorie preziose ed originali che si possano raccontare e interpretare visivamente per essere condivise con un pubblico più vasto.

Nel solco della continuità e del successo delle celebrazioni del 2006 e del 2016 sulla figura epica delle mondariso, la struttura del festival/premio si articolerà su due grandi filoni:

• 1. Storia, letteratura, cinema, televisione, teatro, arti visuali

• 2. Azioni di gemellaggio ed interscambio culturale e di tradizioni con territori che abbiano condiviso analoghe situazioni del ruolo della donna nelle lotte per il lavoro

IL COMITATO DI VALUTAZIONE SCIENTIFICO-LETTERARIO

E’ costituito da illustri personalità del mondo della cultura e della letteratura come Margherita Oggero, Presidente (scrittrice ed insegnante), Marco Brunazzi (Vice Presidente dell’Istituto di studi storici Gaetano Salvemini, partner del Polo del ‘900), Alessandro Barbero (docente di Storia medievale all’Università del Piemonte Orientale, celeberrimo scrittore e conduttore di programmi culturali storici per la RAI), Giorgio Simonelli (docente di storia del cinema all’Università Cattolica di Milano), Giusi Baldissone (scrittrice, già docente di letteratura all’Università del Piemonte Orientale), Sergio Negri (giornalista, scrittore ed autore del libro “Se 8 ore…”), Marta Niccolo (Istituto per la Storia della Resistenza e della Società contemporanea), Roberto Baraggioli (giornalista, scrittore e Presidente del Sistema Culturale Blanderate), Elisa Castellano (Coordinatrice nazionale Archivi, Biblioteche e Centri di Documentazione Fondazione Di Vittorio), Elisa MALVESTITO (Responsabile Archivio Storico CGIL Vercelli Valsesia)

PARTNER DELL’INIZIATIVA E CONDIVISIONI

Sistema Blanderate:
associazione culturale che riunisce enti pubblici, enti locali territoriali, enti religiosi, Fondazioni, libere associazioni, consorzi privati e pubblici, comitati, operatori dei comparti culturale, turistico ed agroalimentare e nasce dalla volontà di costituire un articolato sistema locale di attrazione culturale e turistica per lo sviluppo socio-economico del territorio di risaia situato lungo l’asta del fiume Sesia, tra le Province di Novara e Vercelli.
E’ l’ente capofila del Premio Letterario di cui coordina la progettualità, la gestione organizzativa e l’immagine

Camera del Lavoro C.G.I.L. Vercelli Valsesia:
la Camera del Lavoro vercellese, già promotrice e partner delle azioni celebrative della conquista sindacale delle 8 Ore in risaia, è il centro di coordinamento della associazioni sindacali italiane per la promozione del Premio letterario e si occupa dei contatti con i territori che saranno oggetto dei gemellaggi ideologici e storici con il territorio di risaia piemontese

Comitato “Se 8 ore…dal ‘900 al 2000 in risaia”: associazione cui si devono gli studi e le celebrazioni (2006 e 2016) della storica rivolta delle mondariso che portò alla conquista sindacale delle 8 ore di lavoro. Coopera da anni con il Sistema Blanderate per lo sviluppo socio- culturale del territorio di risaia. Nel progetto del Premio letterario, ricopre il ruolo di interasse tra l’organizzazione, il comitato scientifico di valutazione ed il mondo esterno.

Comune di Vercelli: Vercelli è capitale europea del riso nonché teatro della rivolta delle mondariso del 1906. Il Comune patrocina il Premio letterario sul lavoro femminile, promuove i gemellaggi culturali con territori che hanno visto protagoniste le donne lavoratrici.

Istituto di Studi Storici Gaetano Salvemini: dal 1977 promuove e organizza attività di ricerca, di documentazione e di divulgazione nel campo degli studi di storia contemporanea italiana e internazionale. Ha dato vita a una biblioteca specialistica e conserva un patrimonio archivistico centrato sui movimenti politici e sociali in Piemonte nel ‘900. Nel Premio letterario, co-progettato con il capofila, si occupa del coordinamento del comitato scientifico di valutazione ed ospita alcune delle mostre visuali in tema

Istituto per la Storia della Resistenza e della Società contemporanea, Fondazione Giuseppe Di Vittorio e Istituto di Ricerche Economiche e Sociali: rappresentano un considerevole patrimonio di esperienze e si configurano, oltre che come centro di ricerca di storia contemporanea, come servizio culturale nel senso pieno del termine. Per gli obiettivi del Premio Letterario, mettono a disposizione la loro vasta raccolta di documentazione riguardante la storia contemporanea e le tematiche del lavoro.

Polo del ‘900: centro culturale co-progettato e sostenuto dalla Compagnia di San Paolo, dal Comune di Torino e dalla Regione Piemonte, aperto alla cittadinanza e rivolto alle giovani generazioni. Grazie alla ricchezza di fonti documentarie e alla pluralità delle esperienze e delle competenze di valorizzazione e ricerca dei diversi Istituti culturali coinvolti nel progetto, il Polo è il contenitore e l’attore di attività e iniziative culturali capaci di far dialogare memoria e attualità.

Università del Piemonte Orientale: in stretto collegamento con il Sistema Blanderate con il quale ha operato più volte per studi e ricerche storiche sul territorio, fornisce i responsabili del comitato di scientifico di valutazione, Prof. Alessandro Barbero (ordinario di Storia medievale presso la Facoltà di Lettere e Filosofia) e prof.ssa Giusi Baldissone (già docente di Letteratura Italiana presso la Facoltà di Lettere e Filosofia)

Provincia di Vercelli: in stretta collaborazione con la Consigliera di Parità, dott.ssa Bassignana, figura istituzionale che ha funzioni di promozione e di controllo dell’attuazione dei principi di uguaglianza di opportunità e di non discriminazione per donne e uomini nel lavoro. (D.l.vo. 198/2006 art. 13)

Testimonial del Premio l’attrice Lella Costa.

La presentazione avverrà in forma di “aperitivo letterario” arricchito dalle letture di brani scelti da parte dell’attrice Lella Costa e da buona musica dedicata ai temi del Premio eseguita da Costa & the Drunks con Marco Costantini, Enrico Caruso, Diego Cavallone e Emiliano Coppo.