Filippo Rubulotta, 40 anni, eletto Segretario Generale CdL Asti

La Cgil di Asti ha un nuovo segretario generale: è Filippo Rubulotta, eletto dal Direttivo riunito in assemblea generale, alla presenza del segretario generale Cgil Piemonte, Massimo Pozzi e della segretaria organizzativa, Monica Iviglia. Rubulotta, 40 anni, astigiano, segretario della Fillea Cgil provinciale, ha iniziato la sua attività lavorativa presso la Magneti Marelli, attuale Blutech. Eletto componente Rsu aziendale nell’anno 2002, nel 2005 è distaccato, in part-time, presso la Fillea Cgil. Nel 2007 è distaccato a tempo pieno presso la medesima categoria, per diventarne segretario generale nel 2009. Nel corso del 2010 diventa componente della segreteria confederale della Cgil di Asti, pur mantenendo l’incarico di segretario generale della Fillea di Asti.

Rubulotta subentra a Giovanni Prezioso, giunto alla scadenza limite del secondo mandato, che tornerà a Torino per dirigere la Federconsumatori regionale. Al momento dell’insediamento nella sua nuova carica, Rubulotta ha esposto i punti principali del suo programma alla guida della Cgil astigiana: “Occorre creare una cultura che riparta dal lavoro, in una città dove la profonda crisi economica ha contribuito a disgregare il tessuto sociale e dove la disoccupazione giovanile morde più che altrove. E’ necessario sottoscrivere un nuovo patto provinciale per il lavoro – ha sottolineato – lavorando con le istituzioni e con le fondazioni bancarie per creare nuove opportunità che contrastino la povertà e ridiano dignità ai lavoratori”. Tra i suoi obiettivi quello di riorganizzare la Camera del Lavoro puntando sulla formazione per valorizzare competenze e fornire i necessari aggiornamenti in una società che cambia rapidamente.