Sabato 27 maggio parte la campagna unitaria di Cgil Cisl Uil Torino per cambiare il bilancio preventivo 2017 approvato dalla giunta Appendino

26 Mag 2017

Parte la campagna unitaria di Cgil Cisl Uil Torino per cambiare il bilancio preventivo 2017, e contestato fortemente dai sindacati confederali che oggi, in una conferenza stampa, hanno illustrato le tappe del percorso della campagna che proseguirà fino a settembre. Si inizia con una petizione tra i cittadini attraverso banchetti allestiti nei luoghi principali della città, assemblee delle categorie nei luoghi di lavoro, incontri con i presidenti delle circoscrizioni e un attivo unitario a settembre. “E’ un bilancio che colpisce i più deboli, costruito cercando solo di far quadrare i conti e senza immaginare una prospettiva futura – hanno detto stamane i segretari di Cgil, Cisl Uil, Enrica Valfrè, Domenico Lo Bianco e Gianni Cortese – senza alcun confronto o rispetto per le parti sociali. Finora non abbiamo ottenuto nulla da questa giunta che ha dimenticato la partecipazione in tutte le scelte che fa. Questa è una battaglia sociale, non ideologica o politica, per difendere il lavoro, le fasce deboli che non solo sono dimenticate ma penalizzate da un bilancio che non tiene in nessun conto la realtà del territorio e non dà risposte a temi fondamentali: pesa l’assenza di una visione strategica per rilanciare una città che vive ancora pesantemente la crisi.”. Tra i punti contestati l’abolizione delle agevolazioni Tari (tassa rifiuti) per i redditi bassi, risultato di 20 anni di faticose trattative con le giunte precedenti; la cancellazione del contributo di un milione di euro, che era stato concordato per intervenire sulle situazioni di povertà e sui servizi sociali; i tagli all’assistenza, i servizi educativi, alla cultura e al turismo, oltre ai mancati impegni per aumentare le risorse a favore del lavoro e delle politiche per gli anziani.
Sabato 27 maggio e sabato 10 giugno in tutta la città saranno allestiti i banchetti per la raccolta di firme a supporto della petizione rivolta all’Amministrazione Comunale.
 – Piazza Castello fronte Via Garibaldi
 – Via Livorno n° 51
 – Corso Sebastopoli angolo Corso Agnelli
 – Piazza Madama Cristina
 – Corso Racconigi angolo Corso Peschiera
 – Via Vittoria angolo Via Villar
 – Corso Valdocco angolo Via Garibaldi
 – Via Pavese angolo Via Togliatti
 – Via Don Grioli mercato coperto
 – Via Onorato Vigliani angolo Via Artom
 – Piazza Sabotino angolo via Di Nanni
 – Corso Spezia angolo Via Genova
 – Via Porpora (inizio e fine mercato)

70x100-003