Mercoledi’ 1° febbraio sciopero nazionale, intero turno, per il rinnovo del contratto telecomunicazioni. Manifestazione regionale a Torino. Partenza Porta Susa ore 9.30 e arrivo davanti all’Unione Industriale.

DIFENDERE il contratto collettivo nazionale di lavoro, INCREMENTARE i salari in modo certo e definito,  SCONGIURARE ulteriori delocalizzazioni, RESPINGERE l’attacco ai diritti su orari, part-time, flessibilità,
inquadramento, scatti di anzianità, elemento di garanzia retributiva
Le grandi vertenze che si stanno susseguendo nel settore vedono mettere a rischio migliaia di posti di lavoro sia nel comparto di customer care che in quello della rete, così come la dispersione di professionalità fondamentali per l’innovazione e lo sviluppo del Paese.
Contemporaneamente TIM ha dato disdetta degli accordi aziendali fino ad oggi esistenti, con una messa in discussione, nei fatti, del CCNL e al contempo della contrattazione aziendale.
Un rinnovo di contratto per un settore che è il perno dell’innovazione del Paese deve basarsi su adeguate basi economiche, su un sistema bilaterale della formazione in grado di sostenere l’occupabilità e la rioccupabilità all’interno del comparto, su un sistema di welfare avanzato.

2017-loca-telecounic-1feb